Se sei in dubbio se fare un intervento di implantologia dentale a Padova leggi prima questo articolo fino in fondo!

Domanda: Quanto tempo passa tra l’estrazione e l’inserimento del nuovo dente?

Grazie alle innovative tecniche d’implantologia dentale a carico immediato i nuovi denti fissi sono installati subito!carico-differito

Il carico immediato è la tecnica d’implantologia specifica che il dentista mette in atto per far inserire i nuovi denti fissi in meno di ventiquattro ore. Com’è possibile tutto ciò? Scopriamo insieme in cosa consiste l’implantologia dentale a carico immediato.

Con il termine “Carico Immediato” si vuole intendere la tecnica con cui i denti “nuovi” preparatori sono prontamente collocati sugli impianti dentali in modo quasi fisso (specifichiamo che si tratta, quindi, di una protesi mobile).

Perché l’implantologia dentale a carico immediato abbia successo, occorre che siano presenti determinate caratteristiche fisiologiche del paziente, le condizioni della gengiva, la differenza tra iìun intervento di impianto a carico immediato e differito, le norme da osservare consigliate al paziente e, per ultimo andremo ad analizzare i diversi tipi di implantologia a carico immediato.

Di seguito, nel dettaglio saranno illustrate queste problematiche.

Condizioni e requisiti necessari per l’implantologia a carico immediato

Perché l’impianto sia riuscito e l’installazione a carico immediato ottimale, è necessario che il dentista valuti la presenza di determinate caratteristiche fisiologiche del paziente, condizioni indispensabili per un’installazione a buon fine.

Certamente, non tutti i casi clinici rispondono ai requisiti fondamentali per essere sottoposti a un intervento di implantologia a carico immediato.

Sarà il dentista, attraverso un esame obiettivo, a valutare questi fattori, in base ad opportuni esami radiologici e a un’accurata anamnesi.

Nonostante gli accertamenti che precedono l’intervento, la certezza della fattibilità del carico immediato si ha solamente all’atto chirurgico. Infatti è proprio durante l’intervento che  è valutata la qualità dell’osso del paziente.

Le condizioni necessarie per una corretta installazione sono:

  • presenza di una stabilità primaria ottimale degli impianti dentali superiore ai 35 Ncm; perché l’avvitamento degli impianti deve necessariamente raggiungere almeno i 35 Ncm per garantire la stabilità basilare
  • predisposizione di una cavità ossea sufficiente. La rigenerazione dell’osso nel contempo dell’intervento non è ammessa
  • presenza di un buon supporto gengivale
  • assenza di maloclussioni o digrignamento dentale (bruxismo)
  • tendenza di un corretto piano occlusale masticatorio
  • avere  un apparato osseo mascellare o mandibolare tali da permettere l’intervento
  • aver terminato la fase di crescita delle ossa
  • non assumere farmaci a base di cortisone
  • non avere patologie ossee

2_implantologiaQuando queste condizioni sono verificate e accertate, il dentista consiglierà al proprio paziente una protesi mobile provvisoria, quasi come una protesi totale.

Il paziente si servirà di questa protesi mobile (in sostituzione di quella fissa) per un periodo variabile da tre a sei mesi. In seguito, è previsto il carico degli impianti con una protesi provvisoria fissa che dopo sarà sostituita da una definitiva fissa.

La soluzione d’inserimento di una protesi provvisoria fissa posta sugli impianti dentali appena inseriti, aiuta il paziente a sentirsi più a suo agio e a non preoccuparsi più di stare senza denti in attesa della ripresa dei tessuti per porre poi la protesi definitiva fissa.

Implantologia dentale a carico immediato e differito

Esistono due diverse tipologia d’implantologia rispetto al tempo, i dentisti distinguono tra due pratiche di intervento: a carico immediato e a carico differito.

Queste due diverse pratiche implantologiche, utilizzate in egual misura in odontoiatria presentano un’unica differenza: i tempi di realizzazione dell’intervento stesso.

Abbiamo detto che grazie all’implantologia a carico immediato possiamo ottenere denti fissi (o meglio protesi fisse) in una sola seduta, per meglio dire, nello stesso appuntamento di posizionamento degli impianti.

Quindi, con l’implantologia a carico immediato, l’inserimento degli impianti e l’applicazione delle protesi semi-fisse, avviene nel corso di un’unica operazione chirurgica. Questo è reso possibile anche grazie all’utilizzo d’impianti in titanio. Si tratta di un materiale dalle elevate qualità biocompatibili e di facile integrazione nell’osso, che evitano manifestazioni di autodifesa dell’organismo, come le infezioni, le infiammazioni o il rigetto.

Attraverso la tecnica a carico differito, il medico deve inevitabilmente aspettare un intervallo di tempo variabile (dai tre ai sei mesi) per attaccare la protesi dopo aver inserito all’interno delle ossa mascellari o mandibolari del paziente gli impianti (o perno).

Le evidenze scientifiche hanno attestato che gli impianti inseriti attraverso la tecnica del carico immediato s’integrano nell’osso proprio come quelli caricati tradizionalmente, assicurando la stessa stabilità e la stessa durata nel tempo.

Diversi tipi d’implantologia a carico immediato

Il carico immediato può essere applicato sull’intera arcata, su uno o più impianti.

Possiamo individuare tre tipologie di carico immediato rispetto al suo inserimento: carico immediato su un singolo impianto, carico immediato su impianti multipli e carico immediato sull’intera arcata.

  • Implantologia a carico immediato su singolo impianto. Questo tipo d’impianto è inserito quanto la cavità è già vuota o dopo l’estrazione. Il dente nuovo, in sostituzione del vecchio, va inserito dopo circa tre mesi dalla protesi fissa (certo quest’operazione va valutata rispetto al dente da inserire)
  • Implantologia a carico immediato su impianti multipli. L’inserimento della protesi fissa nasce dalle esigenze estetiche per una corretta riabilitazione del settore interessato all’impianto. Questo tipo d’implantologia è possibile se si presenta una stabilità di base di circa 35Ncm e se l’osso supporta bene (rigenerazione ossea non necessaria). Se questa stabilità primaria necessaria non è raggiunta, è possibile un periodo di riabilitazione grazie all’inserimento di una portesi mobile, così il paziente non resterà con degli spazi vuoti.
  • Implantologia a carico immediato sull’intera arcata. Questo intervento permette di riabilitare un’intera arcata dentale e di avere denti fissi immediatamente. Si precisa che anche in questo caso l’impianto deve sempre presentare una stabilità superiore ai 35 Ncm e non deve essere necessaria la rigenerazione ossea per il posizionamento degli impianti dentali. Questo impianto comporta l’avvitamento della protesi per una sostituzione facilitata (senza cementificazione per evitare di danneggiare l’impianto sottostante).

Implantologia dentale a carico immediato e gengive

caricoimmediato_full

La gengiva è un punto d’appoggio fondamentale, cuscinetto importante tra l’osso e il dente. La forma della gengiva e la salute di questa parte della bocca è di fondamentale importanza per la buona riuscita dell’impianto.

La gengiva si fa carico di supportare la base del dente, quindi a sua volta, deve essere solida.

Quando il supporto gengivale non è presente occorre ricostruirlo. Le nuove frontiere dell’implantologia permettono di applicare la protesi anche in assenza della gengiva.

Rispetto alla protesi a carico immediato, questa può essere realizzata con gengiva finta o senza gengiva:

  • protesi con gengiva finta. I denti sono abbastanza lunghi e fuoriescono troppo. Il dentista per aumentare il supporto gengivale preferisce una gengiva finta in resina o in ceramica. Questo aiuta il paziente riequilibrare i rapporti tra denti e gengiva. La gengiva finta è più facile da pulire rispetto a una gengiva naturale perché non trattiene i residui di cibo
  • protesi senza gengiva. Questo metodo si applica quando siamo alla presenza di un sorriso gengivale (gengiva troppo prominente) o nei casi in cui vi è poco riassorbimento osseo dei tessuti gengivali.

Norme per il Paziente

Per una corretta riuscita dell’intervento, è necessario che il paziente interessato segua tutte le norme riguardanti i comportamenti da tenere prima, durante e dopo l’intervento d’implantologia.

Il dentista fornirà al paziente un libretto illustrativo per documentare il paziente circa le condizioni d’intervento e le regole per una buona preparazione fisica e psicologica prima, durante e dopo il trattamento.

Ecco, in breve, le regole illustrate nel libretto che contiene le norme per affrontare con cognizione di causa, per un intervento d’implantologia a carico immediato:

I requisiti principali a cui devono rispondere i pazienti per poter essere sottoposti ad impianti a carico immediato in ogni caso sono i seguenti:

  • non mangiare cibi duri, molto appiccicosi o troppo caldi
  • in caso di rottura della protesi provvisoria è indispensabile avvisare immediatamente il vostro dentista e fissare un appuntamento di controllo il prima possibile
  • pulire accuratamente la protesi provvisoria con spazzolino e dentifricio
  • effettuare sciacqui con colluttorio per una quindicina di giorni come prescritto dal medico
  • mantenere una corretta igiene orale  per una buona guarigione
  • avere cura di lavare i denti dopo ogni pasto
  • usare almeno una volta al giorno il filo interdentale
  • sottoporsi a controlli periodici in clinica durante il primo anno (almeno ogni 3 mesi, dopo ogni 6 mesi)
  • valutare insieme al dentista se è il caso di sottoporsi a sedute di igiene professionale

Si tratta di poche e semplici norme, intuitive e indispensabili per un buon mantenimento dell’impianto e per prevenire infezioni e/o altre problematiche. Inoltre, il mancato rispetto di tali consigli, nel caso di situazione critica (per esempio se la protesi si rompo o l’impianto si danneggia) costituisce causa di decadenza della garanzia.

Vantaggi dell’implantologia a carico immediato

In conclusione, voremmo illustarre alcuni vantaggi che derivano dalla scelta dell’implantologia a carico immediato.

 

Come abbiamo già precisato, il paziente che si sottopone a un intervento di implantologia a carico immediato ha la possibilità di avere i denti fissi già in prima seduta, questo con considerevoli vantaggi tra cui:

  • leggera invasività dell’intervento chirurgico
  •  limitata perdita di sangue
  • acquisizione immediata della funzione masticatoria senza limiti nell’alimentazione
  • Possibilità di tornare immediatamente alle normali attività quotidiane senza alcun disagio, né impedimento nell’interazione sociale
  • Risparmio di tempo, perché l’intervento si svolge in una sola seduta
  • Notevole risparmio economico, perché si effettua l’intero intervento in una sola seduta

Qui il Dr. Alberto Alessandri (Smile Center Padova) spero di averti fornito le informazioni necessarie sull’implantologia dentale!

Grazie per la lettura lasciami un commento qui sotto!